Sesta giornata Campionato Giovanissimi seconda fase 2016-2017 Biagio Nazzaro – Borghetto 4-4

Derby emozionante per i ragazzi di Mister Bellezza e vice Donninelli. Al campo dei Pini di Chiaravalle, la Biagio Nazzaro si rende pericolosa sin da subito, con il Borghetto che non riesce ad entrare in partita. All’8° minuto i padroni di casa sfruttano le difficoltà degli ospiti e complice un’indecisione difensiva, vanno in vantaggio. La prima occasione pericolosa del Borghetto è al 14° con una punizione di Panzarino che finisce alta. La Biagio raddoppia al 26° su rigore. Il primo tempo finisce con un tiro di Campomaggi alto sopra la traversa. Al rientro in campo la Biagio approfitta di una palla persa in difesa, l’attaccante biagiotto la intercetta e con un bel tiro da fuori realizza il 3-0. Sembrerebbe il colpo del ko ma il Borghetto non ci sta e reagisce subito: Campomaggi tira rasoterra da fuori area, il portiere non ci arriva riaprendo la speranza per i bianco-azzurri. Ora è un’altra squadra, più aggressiva e precisa nei passaggi ed è Panzarino su rigore ad accorciare di nuovo le distanze. Palla al centro, azione offensiva dei padroni di casa, cross in mezzo, l’attaccante locale subisce un blocco del difensore, ancora rigore che viene trasformato per la quarta rete locale. Il Borghetto non si abbatte, si rifà subito sotto e al 10° D’Agostino si libera del difensore e da fuori area effettua un bel tiro rasoterra che ri-accorcia di nuovo le distanze. Il pareggio avviene al 21°, calcio d’angolo e Bastianelli insacca di testa. Ora il Borghetto è una furia, rischia più volte di passare in vantaggio: prima un palo di Medici Giovanni, poi ancora palo stavolta di Esposito, D’Agostino sulla respinta la butta dentro ma gol annullato per fuorigioco. A 5 minuti dalla fine ancora un’occasione per Esposito che si invola a tu per tu con il portiere che gli blocca il tiro. Negli ultimi minuti la partita si ristabilizza, la Biagio si rialza e il Borghetto non ha più le forze per incidere. La partita finisce con uno spettacolare pareggio che, per come si è sviluppato, lascia l’amaro in bocca ad entrambe le squadre.

Leave a Reply